Esperienze adrenaliniche e attività divertenti in vacanza

Altro che relax sotto l’ombrellone e romantiche passeggiate in riva al mare guardando tramonti! Sempre più spesso, durante le vacanze, si ricercano avventure che lascino il segno e trasformino il viaggio in un produttore di ricordi forti ed esperienze adrenaliniche. Sono tantissime le attività sportive che si possono praticare in vacanza, in tutta sicurezza e con guide esperte, a terra, in aria e in acqua, e anche se in qualche caso mettono alla prova il nostro fisico e la nostra mente, tanto da essere considerati se non proprio sport estremi quanto meno non convenzionali, sempre più persone ne sono affascinate e decidono di provarli durante le vacanze. Siamo qui, quindi, per scoprire un paio di attività che è possibile praticare in Sicilia, nella zona compresa fra Catania e Taormina, anche se per una in particolare ci sposteremo poi dalle parti di Roma.

DSCF4981TERRA: pensando ad attività estreme legate alle terra non posso che iniziare dal trekking e dalle lunghe camminate – o ciaspolate – lungo sentieri (e non) di montagna. L’Etna offre uno spettacolo diverso ad ogni stagione, su ogni versante, in qualunque percorso, con i sui crateri, le sue grotte e la splendida Valle del Bove, ma proprio per l’infinità di informazioni da dare il nostro vulcano verrà trattato approfonditamente in separata sede.

Tornando alle attività da praticare a stretto contatto con la terra c’è l’arrampicata sportiva. In zona Castelmola (poco dopo Taormina) vi è una falesia molto bella, di ottimo calcare grigio e giallastro, su cui sono state aperte più di 60 vie, di difficoltà variabile dal 5 al 7b (secondo il sistema francese riconosciuto a livello internazionale per la classificazione di vie sportive, cioè attrezzate con spit). Essendo lunghe fino a 30 metri, è consigliato portare 12 rinvii e corde da 60 mt. Le vie hanno nomi divertenti, a volte romantici, spesso sicilianissimi: fra tutti ricordo i tracciati “Polvere di Stelle” – 5c , 20m – e “Patrozzo, Nonnozzo e Figghiozzo” – 6a+ , 24m – entrambi con livello di difficoltà intermedio.

Immagine2

Livello intermedio nonostante non avessi mai provato l’arrampicata in vita mia e non fossi per niente allenata? I miei compagni di avventura, Salvo e Marco, sono degli arrampicatori esperti, per cui mi sono sentita fin da subito sicura con i loro nodi e le loro imbracature; il problema poteva effettivamente essere la mancanza di allenamento, ma sapete che quando c’è motivazione il grosso è già fatto? Nonostante le mie braccia non fossero fortissime e le mie mani e i miei piedi non abituati a cercare appigli in ogni buco sulla roccia, man mano che trovavo il modo per salire un po’ e procedevo nella mia arrampicata mi sentivo bene. E più mi sentivo bene più aumentava in me il desiderio di arrivare in cima, di superare i miei limiti, senza sentire stanchezza. Senza dubbio da rifare!

arrampicata

ARIA: se piuttosto che rimanere con i piedi per terra vuoi vivere l’esperienza del volo il consiglio è quello di rivolgerti al gruppo Etnafly, che da più di 20 anni regala l’occasione di lanciarsi in tandem in parapendio, con un pilota abilitato e assicurato al trasporto passeggeri. Si tratta di un gruppo molto attivo, con numerose sedi operative sparse per la Sicilia, che effettua voli tutti i giorni – previa conferma delle condizioni meteo – e che organizza anche corsi di volo, della durate di tre o nove mesi a seconda delle esigenze degli allievi. Io ho scelto di volare con un occhio verso l’Etna e l’altro sul mare di Taormina, lanciandomi da Galladoro e atterrando sulla spiaggia di Letojanni. Il luogo d’incontro si trova vicino all’atterraggio, sul lungomare, nel parcheggio tra piazza Cagli e piazza Durante. Da lì si arriva in zona di decollo con un mezzo del team e dopo aver ricevuto l’attrezzatura necessaria e fatto un brevissimo briefing…si parte. La durata del volo è funzione del dislivello e delle condizioni atmosferiche, con una media di 20 minuti, ma nel mio caso siamo riusciti a volare per quasi un’ora. Il volo in parapendio è una esperienza entusiasmante: a parte per il meraviglioso paesaggio che è possibile ammirare dall’alto, ho avuto anche modo di pilotare – Marco mi ha mostrato i comandi base della vela – e di fare delle adrenaliniche acrobazie, fra cui il “wing-over” e la “sat”, che potrete vedere dal minuto 4.10 del video che trovate al seguente indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=Ai7wrV8JC_w (infatti alla fine del volo vi verrà consegnata, se vorrete, una memory card con foto e video  completo dell’esperienza).

G0018050.JPG

DCIM102GOPRO

ACQUA: se invece il tuo elemento preferito è l’acqua, il posto che fa per te è sicuramente il fiume Alcantara, famoso per le sue “gole”. Se per di più vuoi vivere un’esperienza “estrema” e divertente, scoprirlo attraverso un’escursione di River Trekking e Body Rafting sarà il modo migliore. L’avventura comincia generalmente con un percorso di trekking in un tratto di fiume incanalato in un’imponente gola di basalto, che poi prosegue all’interno del canyon diventando un po’ più impegnativo – prevedendo il superamento di “ostacoli” che richiedono un minimo di abilità fisica e spirito d’avventura. Terminata la risalita comincia la discesa che si snoda tra lunghi scivoloni nella roccia, piccole cascate e spumeggianti rapide del fiume.

La mia esperienza con l’acqua, però, non è ambientata in Sicilia. Io e mia sorella abbiamo scelto il rafting sull’Aniene, utilizzando il coupon di una Smartbox. Ci siamo quindi recate al Centro “Vivere l’Aniene” di Subiaco, vicino Roma, in cui il Team ci ha fornito tutta l’attrezzatura necessaria e dato i comandi giusti per effettuare la discesa in tutta sicurezza. La tortuosità del corso del fiume Aniene, la rigogliosa vegetazione, le acque limpide e l’incantevole cornice del Parco dei Monti Simbruini hanno reso l’esperienza indimenticabile.

rafting

Se, infine, non vi sentite così “coraggiosi” ma volete comunque provare qualcosa di nuovo e soprattutto di divertente, le opportunità sono molte, sia al mare sia in montagna.

A Milo, in provincia di Catania, c’è il Parco Avventura Etna che prevede 14 percorsi fra gli alberi, di diversa difficoltà, sia per bambini che per adulti, con passerelle fluttuanti, pedane rotonde, ponti tibetani, corde e carrucole; al mare, essenzialmente in zone con spiagge sabbiose, potete invece praticare giochi d’acqua come il “banana boat” o il “flying fish boat” che testano la vostra capacità di rimanere aggrappati a dei gommoni trainati a forte velocità da motoscafi e moto d’acqua!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...